Maggio.

Maggio.

Il mese delle peonie. Il mio fiore preferito, con tantissimi petali, un fiore che ha il fascino della rosa e un candore tutto suo. Un fiore che vorrei mi desse tutte le mattine il suo buongiorno, con il suo romanticismo e la sua forma imperfetta.

Il mese delle prime passeggiate a piedi nudi sulla sabbia, delle guance che diventano rosse, un po’ per il sole, un po’ per le emozioni che piano piano si risvegliano dopo il freddo e il buio dell’inverno.
Degli aperitivi con gli amici, dei progetti per l’estate, delle ferie da programmare, un abito color cipria da comprare, e con quell’abito emozionarsi, e vedere che la vita va avanti, che si cresce insieme e che, se vogliamo, la felicità arriva (o possiamo andare a prendercela!).
I 30 che si avvicinano e che, pensandoci, sembrano un giro di boa, ma in realtà sono solo l’inizio di un’età ancora più bella, in cui consolidare alcune certezze, metterne in discussione altre, ma affrontare tutto con il sorriso e la determinazione necessaria.
In cui sentirsi un po’ grandi e un po’ piccoli, un po’ realisti e cinici ma ancora sognatori, in cui ci sembra di avere non solo dei sogni, ma anche gli strumenti giusti per realizzarli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *