#Browniesonthego

Ultimamente mi capita spessissimo di prendere il treno per lavoro e di viaggiare da sola.
Mi piace perchè, quando ho finito di lavorare, posso godermi il panorama fuori e un po’ di buona musica.
Ho sempre amato viaggiare, si da quando ero piccola.
Mi ricordo che mio padre preparava il nostro Chrysler e partivamo così, alle volte senza una meta precisa. Una volta siamo arrivati in auto fino a Parigi, da Taranto, passando per la Svizzera, e al rientro dai Castelli della Loira e dalla Costa Azzurra.
Ho sempre ascoltato tanta musica in viaggio, mi aiuta a svagare la testa e a pensare a cose nuove, o a ricordi.
Viaggiare apre la mente, ti fa conoscere persone nuove, nuove amicizie, nuove culture.
È da qualche anno che spendo gran parte della mia “quota stipendio per la sopravvivenza” in viaggi. Soldi ben spesi? Assolutamente sì!
Quando viaggio mi piace scoprire nuovi posti, nuovi locali e angoli nascosti delle città, e ultimamente sono diventata una master in pasticcerie e sale da tè!
Non sono mai stata una grandissima amante di musei, per carità, li visito e mi piacciono anche, ma quando sono fuori per pochi giorni preferisco girare come una trottola e immedesimarmi nella cultura e negli usi locali.
Ho due posti del cuore: Parigi e Londra.
Lo so, potranno sembrare banali, ma c’è un motivo per cui queste due città sono un po’ il mio rifugio in alcuni momenti.
Parigi è il mio luogo d’ispirazione. Quando devo dare il via a un nuovo progetto o voglio stimolare la mia creatività vado a Parigi.
Charlotte&Brownies Paris
Ecco, non so se avete mai visto il film di Woody Allen “Midnight in Paris”, per me Parigi è come per Owen Wilson, una fonte inesauribile di ispirazione per la fantasia. Mi piace immaginare come vivessero gli autori di fine ‘800, i quartieri in cui passeggiavano, i locali in cui si incontravano la sera, le passeggiate romantiche lungo la Senna di due innamorati che non avevano nient’altro il loro amore, senza distrazioni, e con una Tour Eiffel che sembrava la cosa più magnifica e innovativa del mondo.
Charlotte&Brownies Paris
E Londra. Londra è la mia seconda casa. A Londra c’è un pezzo del mio cuore, è il posto in cui vado quando ho bisogno di ritrovare me stessa e di prendere una decisione importante. Londra è la mia passione per l’Inghilterra, per la cultura inglese, per il tè delle cinque con i biscotti, il sogno del Principe William di quando ero piccola (e del Principe Harry in età più matura…ovvero adesso), è i Coldplay di Fix You e la vista di St. Paul dal Millennium Bridge in Love Actually, quando il piccolo Sam dice al suo patrigno che ha un problema, ovvero che è innamorato, e dice “Cosa c’è di peggio di essere innamorati?”, come dargli torto?
Charlotte&Brownies in London - Big Ben
È la pronuncia di “Gloucester” e “Shaftesbury” in cui praticamente ti devi mangiare due consonanti. È il Big Ben illuminato, gli hot dog di Bubbledogs, i giardini di Kensington Palace. I brownies confezionati ma che creano dipendenza di Marks&Spencer.
Ma Londra è anche e soprattutto le passeggiate con la mia migliore amica, un pomeriggio prima di Natale a pattinare alla Somerset House, è la colazione nella bakery di Highbury e le serate a Shoreditch. “Warning Sign” dei Coldplay come sveglia.
Charlotte&Brownies in London - Enbankment
In questi giorni sono felice perchè a breve tornerò in entrambe le mie due città del cuore.
Parigi mi servirà per perdermi con le mie amiche tra caffetterie, mostre e negozietti, e poi non ho mai visto Parigi addobbata per Natale!
Londra mi servirà per ricaricarmi, per scaldarmi un po’ con le sue lucine natalizie, per ritrovare una parte di me stessa che ha bisogno di essere coccolata, e per iniziare il 2016 alla grande! (per non dimenticare l’acquisto compulsivo dei maglioni di Natale da Primark!).
Non vedo l’ora!
#browniesonthego, ci siamo quasi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *