Pensieri in notturna.

Sabato notte, ore 3.27, Milano, e fuori una pioggia incessante.

Mi hanno chiesto come mai scrivo messaggi o al mattino presto o alla sera tardi, specie se si tratta di messaggi profondi. Non ho una risposta, credo che siano i due momenti della giornata in cui riesco a concentrarmi sulle mie emozioni, su me stessa, momenti in cui riesco a sfuggire a pensieri legati a impegni e lavoro.

Adesso è tardi, ma non ho molto sonno, quindi penso…e scrivo.

Un momento, una fase per fare chiarezza, per digerire alcune cose che hanno un retrogusto molto amaro, per lasciare ogni tanto spazio alla malinconia, ai ricordi, ma anche per darsi la forza e il coraggio di andare avanti senza guardarsi indietro.

Perchè non dovremmo guardarci indietro, mai.

Perchè dicono che ciò che è destinato a noi prima o poi ci raggiungerà.

Così come dicono che ci sono alcuni momenti della vita in cui capisci davvero chi sei, dove vuoi andare, cosa vuoi fare e chi vuoi far camminare accanto a te, e che da lì è tutto in discesa.

Sembra tutto ovattato, sospeso. E poetico.

Sarà la notte, sarà l’autunno, sarà la pioggia.

Buonanotte <3

3 pensieri riguardo “Pensieri in notturna.

  1. Vero, ci sono dei momenti di riscoperta in cui d’improvviso capiamo molte cose, e allora si riesce ad andare avanti come non mai. Strano come a volte succeda così, senza tanto preavviso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *