Oggi come ieri.

Vi racconto qualcosina di me.

Charlotte & Brownies - Oggi come ieri

Questa bimba che vedete nella foto sono io, a quattro anni, abbracciata alla mia adorata nonna. Passavo tanto tempo con lei, posso dire di essere cresciuta sotto la sua ala, con i suoi meravigliosi racconti, la curiosità con cui mi spiegava la storia, la magia con cui mi insegnava le poesie, e i valori che ha sempre cercato di trasmettermi quando le raccontavo delle mie esperienze, di quello che mi accadeva, delle mie prime cotte e degli amori più importanti.

I valori prima di tutto, e come darle torto.

Oggi è esattamente un anno che mia nonna ci ha lasciati.

Aveva 100 anni, eh si proprio 100, e combatteva contro un male con una dignità e una forza incredibili. Mai perdendo il sorriso, e nemmeno l’appetito 🙂

Mi manca, mi manca moltissimo, mi manca il poterle raccontare di questa mia nuova esperienza, di questa nuova vita, sapere cosa ne pensa (so che sarebbe contraria perchè sempre a distanza dalla mia famiglia!), mi manca ricevere qualche suo prezioso consiglio su come comportarmi in certe situazioni, mi manca sentirmi dire il suo “stai tranquilla”.

Me l’ha detto una volta in sogno e cerco di ricordarlo ogni volta che l’insicurezza prende il sopravvento sulla razionalità, quando mi metto sotto le coperte la sera e sono travolta da mille pensieri e dalle fatiche della giornata.

Mi ha insegnato tanto e per questo le sarò grata a vita.

Mi ha insegnato il rispetto, la dignità, l’integrità e l’amore.

Mi faceva tanto sorridere quando mi raccontava dei suoi amori di gioventù e diceva sempre “eh, che io e lui facevamo l’amore tramite lettere”, intendendo che tramite lettere si scambiavano messaggi dolci e romantici che parlavano di amore sincero e profondo (mi sa che senza Whatsapp si stava meglio!).

Il 10 marzo dell’anno scorso ha segnato la svolta nella mia vita. E’ stato probabilmente il giorno in cui ho capito che da lì si ripartiva, il punto zero.  Da quel momento ho fatto alcune scelte che mi hanno portato fin qui, in questa nuova vita, che sicuramente mi affascina e mi sorprende, ma che ancora un po’ mi spaventa.

E credo che ci sia un po’ il suo zampino dietro tutte queste sorprese.

Grazie nonna, mi manchi sempre di più e questa bellissima giornata di sole la dedico a te (e ogni giorno della mia vita).

Valeria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *